Voltura utenze

Voltura utenze: cosa conoscere in merito

Quando si fa voltura le utenze possono essere mantenute senza problemi

La voltura per le utenze energetiche si deve richiedere per cambiare l’intestazione di un contratto per le forniture di luce e gas. Il termine voltura fa quindi riferimento a una situazione ben specifica nella quale il contratto di luce e gas rimane attivo con lo stesso fornitore del servizio ma viene intestato a un’altra persona con o senza la rinegoziazione delle condizioni contrattuali.

La voltura utenze si deve richiedere in alcuni casi specifici come ad esempio quando si acquista una abitazione dove prima risiedeva un’altra persona e la fornitura luce e gas risulta ancora attiva al momento dell’acquisto. Non solo, la voltura è necessaria anche quando si entra in una casa come affittuari e si deve cambiare l’intestazione di un’utenza luce e gas ancora aperta. Anche in caso di decesso del precedente intestatario risulta obbligatorio procedere con la voltura delle utenze così da non incorrere in eventuali sanzioni o brutte sorprese in bolletta.

I consigli quando si deve fare la voltura delle utenze

Il consiglio è quello di richiedere la voltura utenze luce e gas solo quando il contratto di cui si richiede il cambio di intestazione risulti effettivamente conveniente per le proprie specifiche esigenze. Qualora il contratto del vecchio intestatario non fosse vantaggioso, la cosa migliore sarebbe confrontare le offerte luce di tutti i fornitori e scegliere quella che consente di massimizzare il risparmio in bolletta. Non sempre quindi conviene richiedere la voltura delle utenze, in molti casi potrebbe essere di gran lunga più vantaggioso chiudere il contratto e aprirne uno nuovo con un altro operatore.

Gli utenti possono anche richiedere la cessazione del precedente contratto e attivarne uno nuovo senza affrontare delle spese aggiuntive ed evitando disservizi e interruzioni della fornitura. Per fare la richiesta di voltura utenze occorre avere a disposizione una serie di dati e documenti: codice fiscale o partita Iva del nuovo intestatario, codice fiscale o partita Iva del cliente uscente, indirizzo di residenza del nuovo intestatario, indirizzo di fornitura dove inviare le bollette, la matricola contatore elettricità o il numero identificativo del punto di fornitura (POD), la lettura contatore e la potenza richiesta.

I dati per fare la voltura delle utenze

I dati per la voltura delle utenze gas sono invece la lettura contatore, la potenza richiesta, i dati relativi alla fornitura di gas, la matricola contatore gas, il numero di apparecchi utilizzati e un documento che attesti la titolarità sulla base della quale si occupa l’immobile o per cui si richiede la fornitura. Infine serviranno anche i dati catastali. I tempi minimi per la voltura utenze luce e gas sono di 4 giorni lavorativi.