Contratto luce e gas

Il contratto luce e gas

In molti si chiedono come funziona il contratto luce e gas: ecco le informazioni

A partire dal 2007 la liberalizzazione del mercato energetico è entrata nel vivo e l’utente può scegliere in completa autonomia il fornitore con cui stipulare un contratto luce e gas senza per questo dover cambiare stili di vita o rinunciare alla trasparenza. Non solo, il mercato libero consente anche agli utenti di risparmiare in bolletta cifre non secondarie, e si tratta di un vantaggio non da poco visto il periodo di crisi diffusa in cui ci troviamo.

Stipulare un contratto luce e gas con un fornitore è molto semplice, basterà avere a disposizione una connessione internet per raccogliere tutte le informazioni su offerte e tariffe e scegliere quelle ritenute migliori per le proprie specifiche esigenze di consumo e necessità. Per aiutare l’utente nella scelta ci sono dei siti specializzati nel confronto tra le tariffe che consentono in pochi secondi di trovare il fornitore più adatto per stipulare il contratto luce e gas.

Dopo aver stipulato un contratto luce e gas con un fornitore, sarà quest’ultimo a inoltrare la richiesta al distributore entro 2 giorni lavoratori per quanto riguarda l’energia elettrica. Dal giorno in cui si inoltra la richiesta al fornitore, l’attivazione della fornitura dovrà avvenire entro e non oltre 7 giorni. Tutti i principali fornitori presenti in Italia comunque mettono a disposizione un servizio clienti per fornire tutte le informazioni utili. Chi non volesse stipulare il contratto luce e gas online, potrà farlo tramite call center oppure visitando personalmente uno dei tanti sportelli sul territorio.

Il contratto luce e gas ha regole precise

Chi vuole attivare la fornitura e stipulare un contratto luce e gas dovrà avere a disposizione la carta d’identità dell’intestatario della fornitura con i suoi dati anagrafici e recapiti, le caratteristiche della fornitura, il codice PDR e POD, la potenza del contatore e il codice IBAN qualora si richiedesse la domiciliazione bancaria. Insomma, stipulare un contratto luce e gas con uno dei tanti fornitori del mercato libero è molto semplice, bisogna solo prendersi il tempo giusto per scegliere in completa autonomia e massimizzare il risparmio. Chi non vuole accedere al mercato libero può stipulare fino al luglio 2019 un contatto con il Mercato a Maggior Tutela.